Verbale consiglio pastorale del 7-02-2019

Giovedì 7 febbraio alle ore 21:00 si riunisce nei locali parrocchiali il Consiglio Parrocchiale Pastorale per discutere e deliberare il seguente O.d.G:

  1. Situazione economica della Parrocchia – Bilancio 2018
  2. Varie ed eventuali

I consiglieri sono tutti presenti tranne Ascione Anna.

Don Roberto apre la seduta con la preghiera iniziale, dedicata in particolar modo al Sinodo, e prosegue col prendere in esame il primo punto all’ordine del giorno.

Punto 1 – Bilancio economico

Luisa distribuisce il bilancio economico relativo al periodo 01-01-2018/31-12-2018 ed entra nel merito dell’argomento illustrando il percorso economico e di generosità che anche quest’anno abbiamo vissuto.

Il parroco invita i consiglieri ad esaminarlo e a porre le domande che ritengono necessarie per eventuali chiarimenti.

Di ogni singola voce Luisa fornisce una spiegazione dettagliata.

Il bilancio 2018 si chiude con un avanzo di euro 78.654,77. L’andamento è stato positivamente influenzato dalle generose offerte di privati da considerarsi straordinarie. Ammontano infatti ad Euro 112.843,19.

Nel bilancio annuale in analisi, si nota tra le entrate l’ammontare dei Servizi liturgici che sono stati pari a Euro 21.896,00 e in cui rientrano le offerte date in occasione della benedizione delle case (pari a circa 16.000 euro).  La voce questue in chiesa rileva un calo rispetto agli anni precedenti. Don Roberto evidenzia l’importanza di questo dato e il significato in esso racchiuso, in quanto, come ogni famiglia, anche la Parrocchia sostiene delle spese. Spese che si sostengono grazie alle offerte date durante le messe. Il fatto che  vi sia stata una diminuzione delle questue denota un minor interesse, una mancanza di affezione o un minor senso di appartenenza alla parrocchia da parte dei parrocchiani.

Per Andrea la diminuzione è legata al fatto che, avendo ormai estinto il debito per il Santuario, la gente non sente più forte come prima il senso di responsabilità.

Per Sabrina è rilevante il fatto che siano diminuiti gli anziani, coloro che solitamente  più elargiscono.

Giulio evidenzia l’aumento delle situazioni di difficoltà economica delle nostre famiglie che probabilmente influisce sulla generosità delle persone.

Si denota invece un lieve aumento per le offerte delle candele votive.

Nella voce particolari iniziative sono contabilizzate le offerte versate in occasione della festa di Maria Bambina al Santuario, e il ricavato della vendite delle torte organizzato dall’Azione Cattolica ed ammontano a Euro 9635,00. Le entrate per il Grest estivo rientrano nella voce Oratorio Catechesi per Euro 10.235,00.

Le uscite complessive sono pari a Euro 241.067,70. Tra le voci più rilevanti notiamo come le spese in aumento siano quelle di luce e riscaldamento. Alle uscite ordinarie si sommano poi anche alcune uscite straordinarie. Le rileviamo nella voce manutenzioni, in cui rientrano le spese per il campo sportivo dell’oratorio, quelle per sistemare il tetto della casa parrocchiale, quelle per la pulizia della riva adiacente al campo sportivo e nelle spese di manutenzione ordinaria come caldaia e campane. Tra le uscite straordinarie annotiamo Euro 108.448,08 nelle opere murarie (campo sportivo), più Euro 20.743,32 sotto la voce impianti  (prevalentemente sempre per il campo sportivo).

In conclusione il bilancio evidenzia un AVANZO pari a Euro 78.645,77.

Avendo estinto il debito residuo in cassa a fine anno restano circa Euro 46.226,35.

Don Roberto comunica che è in programmazione l’esecuzione di alcuni lavori urgenti di manutenzione straordinaria e del campanile e del tetto della chiesa, da farsi entro due anni.

 

I lavori al tetto si rendono necessari per eliminare le infiltrazioni di acqua piovana che stanno diventando sempre più consistenti. Sul muro sopra la porta laterale della chiesa sono comparse macchie di umidità che partono dalla vetrata e si vanno sempre più estendo. Dai controlli eseguiti si è appurato inoltre che l’acqua piovana entra anche dal rosone centrale posto sopra il portone principale.

 

Per quanto concerne il campanile, per Andrea i mattoni che lo rivestono si stanno sgretolando essendo fatti di un materiale che assorbe l’acqua. Il suo parere tecnico sarebbe quello di intonacare, sacrificando l’aspetto estetico per privilegiare quello funzionale. Per quanto riguarda il tetto consiglia una copertura in rame o in alluminio preverniciato.

Bisognerà dunque affrontare anche queste manutenzioni, a partire dalla valutazione di diversi preventivi.

E’ stato inoltre richiesto e presentato un primo preventivo per il rifacimento del castello delle campane, con ammortizzatore per assorbire le vibrazioni delle campane stesse. La cifra ammonterebbe ad Euro 40.000.

 

Alla richiesta di Don Roberto se qualcuno avesse qualcosa da chiedere interviene Andrea:

avendo i consumi per il riscaldamento un peso piuttosto rilevante nel bilancio, per risparmiare ed ottimizzare il calore,  sarebbe opportuno valutare l’ acquisto di cronotermostati al fine di regolare adeguatamente la temperatura nei vari ambienti dell’oratorio, che potrebbero fare la differenza in termini di risparmio energetico e di comfort termico. Andrea si è impegnato ad effettuare senza alcun costo un’analisi dei consumi ed a richiedere un primo preventivo al riguardo.

Dobbiamo essere contenti di aver estinto il debito del Santuario e dobbiamo prepararci ad affrontarne di nuovi, sostiene concludendo Don Roberto. Ritiene però che una sana economia familiare sia quella giusta da adottare affrontando nuovi debiti in base alle capacità economiche che si hanno.

Tutti i  membri del consiglio acconsentono unanimamente alla richiesta di porre in fondo alla chiesa il bilancio consuntivo dell’anno 2018 al fine di mantenere una “trasparenza” e per essere sempre più testimonianza verso l’esterno. Inoltre il rendiconto 2018 è disponibile online all’indirizzo http://www.parrocchiagrandate.it/bilanci-verbali/rendiconto-anno-2018/

Ritenendo soddisfacente quanto esposto si passa alla discussione del successivo punto all’ordine del giorno.

Punto 2 – Varie ed eventuali

Don Roberto ricorda le 40 ore di preghiera al monastero, organizzate dalle suore per la settimana antecedente la prossima Quaresima. Il programma sarà questo:

Giovedì 28 Febbraio

  • ore 9.30: Concelebrazione ed esposizione del S.S.Sacramento
  • ore 11.00: adorazione con i bimbi della scuola materna
  • ore 17.00: la celebrazione dei vespri
  • ore 19.30: pizzata con i ragazzi del post cresima – a seguire adorazione fino alle 21 e 30.

Venerdì 1 Marzo

  • ore 7.45: adorazione con i ragazzi della scuola elementare
  • ore 9.30: S. Messa con la presenza del Vescovo
  • ore 16.00:  adorazione con i seminaristi
  • alle 17.00: celebrazione dei Vespri
  • ore 21.00: Elevazione spirituale con la Corale del Duomo.

Sabato 2 marzo

  • ore 9.30: la S. Messa
  • ore 17.00: Celebrazione dei Vespri

Domenica  3 marzo

  • ore 15.00: Adorazione Eucaristica con i Gruppi Parrocchiali.

* Con l’inizio del mese di maggio e per tutto il mese, avrà luogo ogni mercoledì sera nei vari borghi del Paese, la recita del Santo Rosario. Il mese Mariano comincerà con la Messa del 1 Maggio alle 10.30 al Santuario. Si concluderà il giovedì sera con la Santa Messa sempre al Santuario.

Federica e Luciana assumono il compito di avvisare i vari referenti dei borghi.

* La via crucis del Venerdì Santo, Fausta comunica al consiglio, verrà animata dai alcuni gruppi della Parrocchia. Il tema guida sarà “ Un sì da discepolo”. Bruna chiede se anche quest’anno potrà essere fatta in chiesa in quanto quella dell’anno scorso è stata molto più sentita e partecipata rispetto a quella itinerante per le vie del Paese. Chiamati ad esprimere un parere la maggioranza dei membri vota per il sì.

Verrà inoltre proposta una via Crucis per i bambini alle otto di ogni venerdì mattina per tutta la durata della Quaresima, a partire da venerdì 8 marzo.

* Il giorno 25 febbraio avrà inizio l’ appuntamento annuale per la benedizione della case e delle famiglie. L’orario per la benedizioni sarà a partire dalle ore 17 in poi per le abitazioni, mentre per le aziende si terrà ogni martedì dalle 15 alle 17.

La prossima seduta del Consiglio è programmata per giovedì 16 maggio 2019.

Non essendoci altro da deliberare, dopo la preghiera, si dichiara il termine della seduta, alle ore 22:20 circa.